LA LEGGENDA DI MARY SHAW

Progetto
Renato


«Attenti a Mary Shaw dagli occhi pazzi! Non aveva figli, ma solo pupazzi! E se per caso nei vostri sogni appare, non dovete mai, mai gridare!»


Mary Shaw è l'antagonista principale del film horror soprannaturale del 2007 Dead Silence. È una ventriloqua non morta che ha perso la voce e cerca vendetta contro la piccola città di Raven's Fair. È stata interpretata da Judith Roberts, con la sua forma di Ella Ashen interpretata da Amber Valletta.

CHE COS'E' IL VENTRILOQUISMO?

 Il ventriloquismo è l'arte di mascherare o lanciare la voce di una persona, in modo che appaia come se provenisse da un luogo alternativo. Il punto di trasmissione della voce manipolata è solitamente quello di una bambola o di un pupazzo. Coloro che praticano l'arte del ventriloquismo sono conosciuti come ventriloqui. Il ventriloquismo è stato utilizzato per l'intrattenimento teatrale in cui il ventriloquo comunica con il suo manichino, facendo discussioni spensierate per il divertimento di un pubblico. Nel VI secolo, si credeva che i rumori prodotti dallo stomaco fossero le voci dei morti che si stabilivano nello stomaco del ventriloquo. Una ventriloqua degna di nota fu Mary Shaw, che fu assassinata, ma il suo spirito continuò a influenzare il mondo vivente attraverso le sue bambole. Da morta, Mary Shaw ha avuto il suo corpo esteticamente alterato per assomigliare a un manichino da ventriloquo e ha avuto la sua anima immagazzinata all'interno di tutte le sue bambole, in modo che sarebbe sempre tornata e non sarebbe mai morta veramente. Per nascondere la sua natura di non morta, si nascose dietro un alter ego noto come Ella.

CHI ERA MARY SHAW?

Mary Shaw nacque nell'anno 1869. Da bambina non aveva amici, solo le sue bambole. Da adulta, è diventata una ventriloqua molto autorevole e di successo. Single e senza famiglia, Mary ha accumulato una vasta collezione di manichini da ventriloquo, per un totale di oltre 101, ognuno con il proprio nome e la propria personalità. Amava così tanto le sue bambole che le considerava come sue figlie. Uno dei suoi manichini preferiti si chiamava Billy. 

Tra la fine degli anni '1930 e l'inizio degli anni '1940, Mary si esibì nel suo spettacolo teatrale di vaudeville presso l'illustre Teatro Guignol di Raven's Fair. Si esibiva quasi tutte le sere e viveva nel suo camerino a teatro. Durante uno spettacolo in particolare nel 1941, un giovane partecipante di nome Michael Ashen osservò bruscamente come poteva vedere le labbra di Mary muoversi durante la sua esibizione. Mary cercò di trattenere il suo imbarazzo e diede voce alla sua frustrazione attraverso Billy the Doll. Nei panni di Billy, Mary ha difeso l'idea che sia lei che la bambola fossero due persone separate. Nel corso di questa conversazione, le loro voci cominciarono persino a sovrapporsi l'una all'altra. Ha concluso l'esibizione rivolgendo uno sguardo gelido a Michael Ashen dicendo: "Ora, chi è il manichino?" A porte chiuse, però, Mary non riusciva a perdonare l'incredulità del bambino maleducato. La sua rabbia crebbe al punto che rapì Michael Ashen e lo nascose. Quando la scomparsa del ragazzo ha attirato l'attenzione di tutta la città, la gente del posto ha subito sospettato di Mary Shaw. I membri della famiglia Ashen, così come altre famiglie, hanno preso d'assalto il suo camerino al Guignol. L'hanno uccisa costringendola a urlare e poi strappandole la lingua, mettendo a tacere per sempre la voce del ventriloquo, o almeno così sembrava. Il corpo di Mary è stato portato alla Walker Funeral Home per l'organizzazione della sepoltura. Secondo il suo testamento, voleva che i suoi resti fossero modificati esteticamente per assomigliare a una bambola. Il direttore dell'agenzia di pompe funebri, Richard Walker, acconsentì ai desideri di Mary. Inoltre, il suo testamento richiedeva che tutte le sue 101 bambole fossero sepolte accanto a lei in bare individuali. Anche questo desiderio fu esaudito e Mary e le sue bambole occuparono un angolo lontano al Cimitero di Raven's Fair. La storia di Mary Shaw non si è però conclusa con la sua morte. Il suo spirito riemerse dalla tomba e cercò di vendicarsi contro le famiglie di Raven's Fair. Lavorando con le sue bambole, perseguitava gli abitanti della città, uccidendo numerose persone. Nel corso dei decenni, Mary ha continuato a mettere a tacere i membri della comunità uccidendo chiunque urlasse alla sua vista. Sono stati scoperti corpi con volti infossati e cinerei; le loro lingue rimosse con la forza dai loro corpi. Mary divenne presto una leggenda locale e la gente di Raven's Fair temeva persino di pronunciare il suo nome. Una filastrocca circolò tra i bambini di Raven's Fair, mettendoli in guardia contro le azioni del fantasma.

RAVEN'S FAIR 

Ravens Fair è una città suburbana non fittizia e l'ambientazione principale del film di James Wan del 2007, Dead Silence. La città è la patria della famiglia Ashen ed è nota per aver generato la leggenda di uno spirito arrabbiato noto come Mary Shaw.

Durante gli anni '1930 e '40, Raven's Fair era una comunità ricca, che si rivolgeva all'élite della società. Era la casa di una ventriloqua di nome Mary Shaw, che si esibì al Guignol Theater di Moss Lake. Nel 1941, Mary si esibì con una bambola di nome Billy. Ad assistere allo spettacolo c'erano due giovani ragazzi di nome Henry Walker e Michael Ashen. Mentre Henry era adeguatamente impressionato dal talento di Mary, Michael la trovava una truffatrice. Fece notare come poteva vedere le sue labbra muoversi durante il suo atto. Questo fece arrabbiare Mary a lungo, ma si trattenne dal scagliarsi troppo severamente contro il bambino in pubblico. Dopo lo spettacolo, però, Mary rapì Michael Ashen, lo riportò in una stanza privata del teatro e lo uccise. Quando Michael scomparve, gli abitanti della città sospettarono immediatamente di Mary Shaw. Anche se non avevano alcuna prova che fosse stata lei a uccidere il ragazzo, esigevano il loro marchio di giustizia. Guidati dalla famiglia Ashen, gli abitanti della città catturarono Mary, le tagliarono la gola e la lasciarono morire dissanguata. I suoi resti furono sepolti in un angolo speciale del cimitero di Raven's Fair e, secondo il suo testamento, tutti i suoi manichini da ventriloquo (per un totale di più di un centinaio), furono sepolti in bare private nell'area circostante. La storia di Mary Shaw non si è però conclusa con la sua morte. Il suo spirito arrabbiato voleva vendicarsi di tutte le famiglie di Ravens Fair. Nel corso degli anni, il suo fantasma ha infestato la città, affliggendo tutti coloro che vivevano lì, fino a quando la maggior parte degli abitanti della città è stata costretta ad andarsene. Concentrò la maggior parte dei suoi sforzi nel terrorizzare i membri sopravvissuti della famiglia Ashen. Nel nuovo millennio, l'anziano milionario Edward Ashen, nel tentativo di proteggere suo figlio Jamie dalle influenze di Mary, lo cacciò via, distruggendo per sempre la loro relazione. Edward poteva vivere con l'odio di suo figlio finché credeva di essere al sicuro. Ma questo non fermò l'ira di Mary. Il suo spirito ha rintracciato Jamie e sua moglie Lisa e l'ha uccisa. Quello che Jamie non sapeva all'epoca era che Lisa era incinta, quindi uccidendola, Mary stava di fatto distruggendo l'ultimo membro della linea della famiglia Ashen. Jamie tornò a Raven's Fair per seppellire sua moglie, ma fu ostinatamente inseguito da un cupo detective della omicidi di nome Jim Lipton, che credeva che Jamie potesse essere coinvolto nella morte di sua moglie. In breve tempo, sia Jamie che il detective Lipton trovarono la stanza segreta di Mary nell'ormai fatiscente Guignol Theater. Mary agì attraverso la sua collezione di bambole e riuscì a uccidere il detective Lipton. Jamie diede fuoco all'edificio fatiscente, distruggendo le bambole di Mary. Credeva che, così facendo, avrebbe potuto liberare Ravens Fair dalla sua malvagità una volta per tutte. Ma così non è stato. Tornato alla tenuta di suo padre, Jamie apprese con orrore che la giovane moglie di suo padre, Ella Ashen, stava segretamente eseguendo i desideri di Mary Shaw. Aveva già ucciso suo marito e lo aveva trasformato nella bambola perfetta. Jamie fu colpito dall'orrore di questa rivelazione e iniziò a urlare. In pochi istanti, divenne l'ultima vittima di Mary Shaw.

LUOGHI DI RAVEN'S FAIR

RESIDENZA DEGLI ASHEN

Questa era la casa della famiglia Ashen. Un maniero spazioso, il patriarca Edward Ashen visse qui con le sue quattro mogli e suo figlio Jamie. Jamie se n'è andato di casa da adulto a causa di differenze inconciliabili con suo padre. La quarta moglie di Edward, Ella, lo uccise e trasformò il suo cadavere nella perfetta bambola da ventriloquo. 

TEATRO GUIGNOL

Situato sul lago Moss, il Guignol Theater era un rinomato teatro di vaudeville durante gli anni '1930 e '40. Fu qui che Mary Shaw si esibì per l'ultima volta sul palco. Negli anni successivi alla sua morte, il teatro fu chiuso e crebbe in uno stato di grave degrado. Jamie Ashen e il detective Jim Lipton arrivarono alle rovine del teatro molti anni dopo nella speranza di porre fine al fantasma di Mary Shaw.

LAGO PERDUTO

Situato ai margini della città, vicino a una cava, era qui che si trovava il Teatro Guignol. Negli anni successivi alla caduta in rovina del teatro, l'acqua del lago iniziò a fuoriuscire nelle cantine inferiori dell'edificio.

CIMITERO DI RAVEN'S FAIR

Una sezione speciale del cimitero è stata designata come luogo di riposo di Mary Shaw. Secondo la volontà di MarY, tutti i suoi manichini da ventriloquo, più di cento, furono sepolti in bare private accanto a lei. Questo è stato anche il luogo in cui Jamie ha seppellito sua moglie Lisa e dove ha tentato di seppellire di nuovo il vecchio manichino di Mary, Billy. 

RAVEN'S FAIR MOTEL

Jamie Ashen ha affittato una stanza qui quando è tornato a Ravens Fair per seppellire sua moglie, Lisa. Il detective Lipton arrivò in città e affittò la stanza proprio accanto a quella di Jamie in modo da poterlo tenere d'occhio. 

POMPE FUNEBRI WALKER

Nel 1941, Richard Walker preparò il corpo di Mary Shaw presso l'agenzia di pompe funebri della sua famiglia. Il suo giovane figlio Henry ebbe un'esperienza terrificante una sera quando si intrufolò nella stanza dei preparativi per vedere il corpo di Mary Shaw. Henry alla fine ereditò l'agenzia di pompe funebri da suo padre e visse lì con sua moglie, Marion. 

PERSONAGGI

EDWARD ASHEN

Edward Ashen è un personaggio secondario immaginario presente nel film horror del 2007 Dead Silence. È stato interpretato dall'attore Bob Gunton. Edward Ashen era il padre di Jamie Ashen. Edward ha sempre saputo che lo spirito arrabbiato di Mary Shaw aveva giurato di uccidere tutti i membri della famiglia di Edward. Per proteggere suo figlio, Edward fu costretto a cacciarlo dalla loro villa di famiglia a Ravens Fair.Edward alla fine sposò una donna di nome Ella che, all'insaputa di Edward, era in realtà un veicolo per la vendetta di Mary Shaw. Ella studiò l'arte del ventriloquismo e della creazione di bambole e uccise Edward Ashen, trasformandolo in un vero e proprio burattino umano. Questo è ciò che Jamie scopre alla fine del film, rendendosi conto che suo padre era morto e manipolato da Ella per tutto il tempo.

HENRY WALKER

Henry Walker è un fittizio direttore di pompe funebri e un personaggio secondario presente nel film horror del 2007 Dead Silence. È stato interpretato dall'attore Michael Fairman nelle scene principali e da Keir Gilchrist nelle scene di flashback.  Henry Walker era il figlio del direttore dell'agenzia di pompe funebri Richard Walker ed è cresciuto nella città di Ravens Fair con sua moglie Marion. Nel 1941 (quando Henry aveva 7 anni), quando Henry era un ragazzino, assistette a uno spettacolo di ventriloquo eseguito al Teatro Guignol da una donna di nome Mary Shaw. Ha visto Mary inimicarsi un altro ragazzo di nome Michael Ashen dopo che quest'ultimo ha criticato il suo atto. Pochi giorni dopo, Michael Ashen scomparve e la gente del paese incolpò Mary Shaw. Hanno preteso il loro marchio di giustizia e hanno assassinato Mary. Il giovane Henry era presente la notte in cui suo padre preparò il suo corpo per la sepoltura. Secondo il testamento di Mary, è stata modificata esteticamente per assomigliare al manichino di un ventriloquo. Henry sbirciò nella sua bara, ma indietreggiò inorridito, rovesciando la bara e rovesciando il corpo di Mary sul pavimento. Anni dopo, Henry succedette a suo padre come proprietario della Walker Funeral Home. Non dimenticò mai l'incidente con Mary Shaw, né i tristi avvenimenti che ebbero luogo negli anni successivi alla sua morte. Lo spirito di Mary cercò vendetta contro i responsabili della sua morte, e la gente cominciò a presentarsi morta; le loro lingue selvaggiamente rimosse dalle loro teste. La moglie di Henry, Marion, sapeva benissimo di cosa fosse capace il fantasma di Mary Shaw, e questa conoscenza alla fine culminò in un grave stato di mania. Nel 2007, un uomo di nome Jamie Ashen è tornato nella sua città natale di Ravens Fair per seppellire la moglie assassinata, Lisa. Quando Henry ispezionò i suoi resti, riconobbe il volto di rictus e la lingua mancante e capì che il fantasma di Mary Shaw era ancora attivo. Alla fine si confidò con Jamie e gli raccontò le sue esperienze da bambino. Jamie non dava molta importanza alla leggenda, ma Henry sapeva fin troppo bene quanto fosse reale la minaccia di Mary Shaw. Qualche sera dopo, Henry sentì la voce di sua moglie provenire da un vespaio sotto l'agenzia di pompe funebri. Cominciò a strisciare dietro di lei, ma si rese conto troppo tardi che in realtà era la voce di Mary Shaw che lo aveva chiamato. Henry urlò per l'orrore e Mary lo uccise, strappandogli la lingua proprio come aveva fatto con tanti altri.

JAMIE ASHEN

Jamie Ashen è il protagonista principale del film horror Dead Silence. È interpretato da Ryan Kwanten. Jamie è a casa con sua moglie Lisa, si sta preparando per la cena, quando ricevono una misteriosa bambola da ventriloquo chiamata "Billy", in un pacco senza contrassegno. Chiedendosi chi ha mandato la bambola, Lisa ricorda una poesia su una donna di nome Mary Shaw. Jamie lo ignora e se ne va per cenare. Mentre è fuori, Lisa gioca con Billy, tutti i suoni scompaiono e Billy prende vita e attacca Lisa. Quando Jamie arriva con la cena, sente Lisa chiamarlo in camera da letto, ma si confonde quando nota sangue su tutto il pavimento. Jamie trova Lisa nel loro letto, morta con la lingua strappata, e Billy sdraiato vicino al suo corpo. Jamie è sconvolto per la morte di Lisa e viene portato dal detective Jim Lipton per essere interrogato sull'omicidio, ma viene rilasciato per mancanza di prove. Mentre strappa il rivestimento della scatola in cui Billy è entrato, Jamie scopre che Billy apparteneva a Mary Shaw, una ventriloqua della sua città natale di Ravens Fair. Ritornando a Ravens Fair per prendere accordi per il funerale di sua moglie, Jamie chiede al suo ricco padre, Edward, cosa sa di Mary Shaw. Edward è costretto su una sedia a rotelle con una nuova moglie molto più giovane, Ella, che si prende cura di lui. Edward la considera una leggenda cittadina.

ELLA ASHEN

Ella Ashen è un personaggio cinematografico immaginario e un antagonista secondario presente nel film horror del 2007 Dead Silence. È stata interpretata dall'attrice Amber Valletta. Poco si sa di Ella Ashen, tranne che fu lo strumento di vendetta per lo spirito arrabbiato della ventriloqua Mary Shaw. Ella trovò un libro intitolato How to Make a Perfect Doll e lo usò per animare i resti corporei di suo marito Edward Ashen. Trasformandolo in un burattino umano, Ella manipolò Edward tramite un bastone di legno inserito nella sua spina dorsale. Convinse il figlio di Edward, Jamie, che Edward era ancora vivo e usò il ventriloquio per imitare la sua voce. Jamie ha cercato di mettere a riposo lo spirito di Mary Shaw distruggendo la sua collezione di bambole, ma Ella ha avuto l'ultima risata scatenando il fantasma di Shaw su di lui dicendo: "Chi è il manichino, adesso?"

CURIOSITA' E FINALE ALTERNATIVO

Nel finale originale, Ella è una marionetta a grandezza naturale creata da Mary Shaw. Tuttavia nel finale alternativo, Ella è una normale donna umana che ha perso suo figlio quando Edward l'ha spinta giù dalle scale ed è stata posseduta dal fantasma di Mary Shaw dopo aver dissotterrato la tomba in cui era sepolto Billy.

JIM LIPTON

Jim Lipton era un detective della omicidi che indagava sul brutale omicidio di Lisa Ashen. Sospettò immediatamente che la sua vedova, Jamie Ashen, l'avesse uccisa e lo interrogò a lungo. Ha seguito Jamie nella città di Ravens Fair, sperando che Jamie potesse fare qualcosa per incriminarsi. Jamie ha cercato di dire a Lipton che una bambola che una volta apparteneva a una ventriloqua morta di nome Mary Shaw era responsabile dell'omicidio di sua moglie, ma Lipton non gli credeva. Man mano che Lipton divenne sempre più coinvolto negli intrighi che circondavano la vita di Jamie, arrivò a rendersi conto che Jamie stava dicendo la verità. Il fantasma di Mary Shaw stava commettendo omicidi, usando i suoi vecchi manichini da palcoscenico come strumenti della sua ira. Lipton e Jamie si recarono al vecchio teatro Guignol abbandonato dove speravano di porre fine allo spirito inquieto una volta per tutte distruggendo le sue bambole. Mary Shaw proiettò il suo spirito da una delle sue bambole e attaccò Lipton, uccidendolo e strappandogli la lingua.

LISA ASHEN

Lisa Ashen è una vittima di omicidio immaginaria presente nel film horror del 2007 Dead Silence. È stata interpretata dall'attrice Laura Regan. Lisa Ashen era la moglie incinta di Jamie Ashen. Lei e Jamie si conoscevano da quando erano bambini e vivevano a Ravens Fair. Nel 2007, gli Ashen ricevettero sulla soglia di casa un pacco misterioso contenente il manichino di un ventriloquo. Quando Jamie lasciò l'appartamento, il fantasma di Mary Shaw agì attraverso il manichino e uccise Lisa, strappandole brutalmente la lingua dalla bocca. È apparsa in Dead Silence e interpretata da Laura Regan.

MARION WALKER

Marion Walker è una casalinga immaginaria e un personaggio secondario presente nel film horror del 2007 Dead Silence. È stata interpretata dall'attrice Joan Heney. Marion Walker era la moglie di Henry Walker e viveva nella Walker Funeral Home nella città di Ravens Fair. Donna squilibrata, conosceva bene la leggenda del fantasma conosciuto come Mary Shaw. Marion ha provato ad avvertire il giovane Jamie Ashen dell'arrivo di Mary Shaw, ma i suoi avvertimenti sono stati respinti alla luce della sua demenza. È l'unico personaggio che rimane in vita fino alla fine del film.